SCHEDA DI SINTESI

Traccia n. 389 - Cerveteri, Castel Giuliano, Via degli Inferi

   

Punto di partenza: Cerveteri
Distanza da Roma: 40 km
Lunghezza: 40 km
Ascesa accumulata: 620 m
Quota massima: 290 mslm
Autore:
P&G

TRACCIA GPS

FOTO


 

Descrizione:
Itinerario interessante dal punto di vista naturalistico ed archeologico, non particolarmente impegnativo ma piacevole e vario. Si parte dal campo sportivo di Cerveteri e per i primi 15 km si pedala velocemente su comode sterrate e piste dal buon fondo. Si scende poi verso le grotte di Porcareccia facendo attenzione ai profondi solchi causati dall'acqua. Si affronta un piccolo guado per poi risalire su una pista che costeggia dei nuovi noccioleti. Il percorso prosegue poi per 3 km in leggera discesa in un bosco oggetto di recenti tagli massicci. Si attraversa su di un ponticello il fosso della Caldara, dal caratteristico odore sulfureo, per poi entrare nella bella tenuta di Santa Barbara. Si continua poi per altri 8 km su facili sterrate per poi iniziare la parte più divertente e tecnica del percorso su sentiero. Si passa accanto alla spettacolare cascata alta di San Giuliano e si prosegue, sempre su sentiero, verso quella bassa. Si prende poi la sterrata che percorre il suggestivo fosso della Mola. Quando la valle si apre si guada il torrente e si risale il costone tufaceo su una ripida sterrata ai limiti dell'aderenza. Ci si dirige poi verso Cerveteri. Superato il nuovo cimitero si prende il Cammino degli Inferi, recentemente ripulito e reso fruibile dall'impagabile lavoro dei volontari del GAR, e ci si ritrova a pedalare dentro 2500 anni di storia. Merita dedicare del tempo alla visita di alcune tombe ed in particolare a quella delle colonne doriche. Si passa accanto alla necropoli della Banditaccia per poi tornare al punto di partenza.